La psicologia del colore per la scelta del logo e dell’immagine aziendale.

La psicologia del colore è uno degli aspetti più interessanti e allo stesso tempo più controversi nel campo del marketing e della comunicazione.

L’effetto che i singoli colori hanno su di noi può essere influenzato da diversi fattori come il gusto personale, le esperienze, l’educazione e così via.

Ma, più in generale, i colori hanno un significato ben preciso ed è per questo motivo che, quando creiamo un logo o un’immagine aziendale, dobbiamo prestare molta attenzione alla scelta dei colori in base al messaggio che vogliamo trasmettere.

Esistono due tipi di scelte che si possono effettuare: utilizzare un solo colore per dare un messaggio chiaro e preciso o mixare sapientemente più colori per comunicare diversi messaggi.

In uno studio intitolato “Impatto del colore sul marketing”, si evince che fino al 90% delle scelte sui prodotti prese d’impulso sono effettuate in base al colore a causa del loro effetto sul modo in cui un marchio viene percepito.

Ma vediamo nel dettaglio il significato dei colori e il loro campo di utilizzo.

Il blu è visto come un colore affidabile; invoca riposo e calma. I valori trasmessi da questo colore sono: professionalità, sincerità, serietà, integrità.

Il verde è tendenzialmente il colore del mondo naturale ed è per questo motivo che viene scelto come colore predominante nei settori ambiente ed energia. I significati trasmessi da questo colore sono la serenità, la crescita e la freschezza.

Il viola è il colore che rappresenta nobiltà, lusso e misticità ed è spesso utilizzato nei settori della tecnologia, della finanza e dell’abbigliamento.

Il rosa, colore giovane ed energico, viene spesso associato al romanticismo e al mondo della cosmesi. Trasmette infatti femminilità, delicatezza e innocenza.

Il rosso è il colore che ha associazioni più personali rispetto a qualsiasi altro colore ed è riconosciuto come stimolante ed eccitante. Trasmette infatti dinamicità, calore, passione ed energia.

L’arancione, strettamente correlato al rosso, trasmette calore e positività. Viene spesso utilizzato per i prodotti maschili e quelli legati all’ambiente, all’energia e alla salute.

Il giallo è il colore dell’ottimismo e della felicità mentre il bianco è sinonimo di purezza, pulizia e neutralità. Attenzione invece al nero, colore autorevole, perché il suo utilizzo eccessivo può diventare opprimente ed evocare sensazioni negative.

Siamo arrivati alla fine di questo articolo e ci siamo resi conto che probabilmente potremmo aver sollevato più domande che risposte. La verità è che probabilmente spesso è bene farsi guidare dall’istinto ma è altrettanto necessario informarsi e studiare per evitare di trasmettere sensazioni che cozzano totalmente con ciò che il nostro brand si prefigge.

Posted on 9 Gennaio 2017 in Comunicazione, Creatività, Grafica

Share the Story

Back to Top

Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più accedi alla pagina Cookie attraverso il pulsante Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi